Victorinox (porto)

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Rispondi
massim8
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 216
Iscritto il: 13/09/2019, 12:21

Victorinox (porto)

Messaggio da massim8 » 05/02/2021, 11:59

Ciao a tutti, trovo estremamente comodo il Victorinox, il "coltellino svizzero", di cui quasi quotidianamente uso uno o piu utensili di cui è composto, ma mi chiedo, se dovessi subire un controllo, potrei essere reo di porto illegale di coltello? Ovviamente tra tutti gli attrezzini del Victorinox c'è anche la lama, la mia perplessità è proprio questa, essendo parte di un "kit" è considerato ugualmente mero coltello? O essendo la lama inclusa nel kit e non amovibile si "giustifica" il porto per le necessità quotidiane di tutti gli attrezzi di cui è costituito?

:giudice: :october:
Noi pretendiamo che la vita debba avere un senso: ma la vita ha precisamente il senso che noi stessi siamo disposti ad attribuirle.
Hermann Hesse

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 345
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: Victorinox (porto)

Messaggio da Customs » 05/02/2021, 12:55

Purtroppo senza giustificato motivo in Italia non è consentito neppure il
porto/trasporto del "coltellino svizzero'.
Se fai una ricerca in rete troverai proprio un caso in cui una persona
è stata denunciata perché aveva tale coltellino nello zaino.
Naturalmente i delinquenti sono liberi di circolare con un Kalashnikov
sotto l'impermeabile ...

lepanto357
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1283
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: Victorinox (porto)

Messaggio da lepanto357 » 05/02/2021, 15:04

Purtroppo ha ragione Customs.

Maurizio80
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 17
Iscritto il: 03/11/2020, 15:58

Re: Victorinox (porto)

Messaggio da Maurizio80 » 05/02/2021, 23:15

Confermo che la normativa prevede che il porto di coltello debba essere sempre giustificato, tuttavia in qualità di appassionato e collezionista di Victorinox posso dirti che avere problemi è davvero difficile, sopratutto con i modelli di dimensione piccola e media anche alla luce del fatto che può essere facilmente giustificato il porto se la lama non è di dimensioni esagerate (ricordiamo che la diceria della lama lunga un palmo non ha nessun riferimento normativo). Ad esempio potrò giustificare una piccola lama dicendo che sono in viaggio e farò merenda sbucciando una mela o aprirò una confezione di cibo, la stessa cosa se vado in ufficio. Più difficile dare giustificazione se sono la sera al bar o al ristorante dove i coltelli già esistono sul tavolo.
Aggiungo che i modelli piccoli (da 58 mm) vengono regolarmente ammessi nel bagaglio di cabina ai controlli di sicurezza aeroportuale in tutti i voli europei e intercontinentali, io stesso li ho sempre portati senza problemi.

ZebraZero
Livello 0
Livello 0
Messaggi: 2
Iscritto il: 14/09/2018, 14:39

Re: Victorinox (porto)

Messaggio da ZebraZero » 24/03/2021, 16:04

comprati un leatherman wave ... almeno è una pinza e non un coltellino svizzero :amici:

Avatar utente
dottfsantonastaso@gmail.com
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 119
Iscritto il: 29/12/2019, 10:06

Re: Victorinox (porto)

Messaggio da dottfsantonastaso@gmail.com » 24/03/2021, 16:47

La storia della lunghezza della lama si rifà alla vecchia normativa del TULPS che fu modificata,credo intorno ai primi anni 70,
con una norma estremamente restrittiva in materia di oggetti atti ad offendere quali sono ad esempio i coltelli,a differenza dei pugnali che sono armi proprie.Nulla peraltro vieta il trasporto di un coltello da utilità e credo che la denuncia a carico di chi lo portava nello zaino verrà archiviata.Portare un Victorinox sulla persona invece potrà prima o poi luogo a denuncia.
Ciccio49
Vim vi repellere licet

Rispondi